SAD


IL SISTEMA DOMICILIARE INTEGRATO DI SOSTEGNO ALLA DOMICILIARITA'

La Fondazione “Casa di Industria” Onlus in collaborazione con "Il Gabbiano" offre il supporto alla persona e alla sua famiglia per la tutela della qualità della vita.

IL SISTEMA INTEGRATO DI SERVIZI DOMICILIARI

Dal 1 Novembre 2017, Fondazione “Casa di Industria” Onlus in collaborazione con alcuni partner opera quale ente accreditato dal Comune nella zona di Brescia Ovest e di Brescia Centro per offrire alla popolazione anziana e disabile servizi domiciliari di sostegno. Il sistema integrato pensato dal Comune di Brescia e condiviso dalla Fondazione intende promuovere e sostenere il valore della famiglia e rafforzare la funzione della comunità del contesto sociale e del volontariato attivo. L’obbiettivo è di costituire una rete formale di soggetti attivi che per il tramite di una capofila formuli le risposte consone all'evoluzione del bisogno attivando tutte le diverse risorse presenti nella comunità di riferimento. La definizione della rete di sostegno territoriale sarà un percorso di condivisione e coinvolgimento che gradualmente andrà implementandosi di tutti quei soggetti che già oggi rappresentano una ricchezza per la nostra città.
Elenco degli attuali partner
• Associazione Auser
• ALER Brescia
• Congrega della Carità Apostolica
• Croce Bianca
• Cooperativa Nikolajewka

DESTINATARI

I servizi offerti si rivolgono a:
• anziani autosufficienti a rischio di emarginazione e solitudine per mancanza di una rete parentale amicale o per situazioni di povertà;
• anziani con lieve perdita dell’autonomia che necessitano di un sostegno nello svolgimento delle attività quotidiane a diversi livelli di intervento;
• anziani non autosufficienti con capacità cognitive conservate che necessitano di un supporto logistico per adempiere alle attività della quotidianità;
• anziani compromessi dal punto di vista sanitario che necessitano di un supporto ad integrazione delle attività sanitarie o socio sanitarie;
• persone adulte in situazione di fragilità, anche temporanea, con limitazioni dell’autonomia personale, le quali necessitino di interventi a domicilio;
• persone con disabilità.

I SERVIZI

In veste di ente accreditato, possiamo fornire i servizi qui di seguito indicati:
• supporto da parte dell’Assistente Sociale;
• servizi educativi professionali;
• valutazione e adattamento dell’ambiente di vita (SAV);
• rapporti con il MMG;
• telesoccorso;
• trasporto Sociale e accompagnamento;
• giornate di socializzazione e servizi aggregativi (centri aperti);
• servizi semi-residenziali sociali (centri diurni);
• servizi residenziali sociali (alloggi sociali);
• soggiorni climatici;
• fornitura e aiuto al Pasto;
• custode sociale o di condominio;
• care Manager leggero;
• spesa al domicilio;
• cura dell’igiene personale di stretta natura assistenziale;
• cura dell’igiene ambientale;
• badantato e supporto alle famiglia per assistenti familiari (compagnia, sostituzione del care giver principale, ecc.);
• addestramento del care giver;
• educazione alimentare;
• addestramento finanziario;
• disbrigo pratiche burocratiche.

Prestazioni aggiuntive
È possibile inoltre richiedere ulteriori servizi a pagamento a carico dell’utente (l’elenco dei costi dei servizi è allegato):
• interventi di manutenzione dell’ambiente di vita e nello specifico:
   »» sgombero locali,
   »» riparazione oggetti ed impianti ad uso domestico,
   »» pulizia ordinaria e straordinaria dell’ambiente domestico anche con l’uso di macchinari,
   »» lavaggio e stiratura di indumenti non effettuabile a domicilio;
• interventi sulla persona
   »» podologo,
   »» parrucchiere/barbiere;
• interventi di sostegno domiciliare:
   »» sostegno personale in situazione di ricovero temporaneo,
   »» vigilanza passiva notturna;
• sostegno amministrativo burocratico:
   »» compilazione e consegna di documenti agli istituti previdenziali;
   »» assistenza fiscale.

I VOUCHER

La Legge 328 del 2000 prevede che sia un diritto dei cittadini scegliere l’organizzazione che eroga il Servizio che meglio risponde ai propri bisogni di assistenza.
L’interessato, quindi, sceglie all’interno di un elenco di fornitori quello che preferisce. Tutti i fornitori dell’elenco sono accreditati dal Comune, cioè garantiscono il rispetto di alcuni requisiti essenziali di qualità.
Il Comune di Brescia, sulla base del Regolamento per l’erogazione di interventi e servizi sociali alla persona, definisce le quote di contribuzione a favore del beneficiario sulla base dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (I.S.E.E.), con erogazione al soggetto accreditato a seguito di contratto sottoscritto da parte del Beneficiario.
La parte del Voucher a carico del Beneficiario è richiesta direttamente dal soggetto accreditato al Beneficiario medesimo. In ogni caso, è possibile attivare il Servizio privatamente, ovvero senza il voucher del Comune.

MODALITA' DI ACCESSO AI SERVIZI

1. Presentazione della domanda

La domanda per essere ammessi al Servizio di Assistenza Domiciliare deve essere inoltrata ai Servizi Sociali del Comune di Brescia. Il Servizio Sociale provvede a valutare la natura del bisogno e a concordare con l’interessato e con la famiglia i termini della presa in carico della situazione.
Viene compilata una scheda di primo contatto (dati anagrafici dell’utente e del segnalante, bisogno espresso, eventuali fasce orarie per fissare il colloquio, numero di telefono del segnalante etc.).
Successivamente, l’Assistente Sociale contatta telefonicamente il segnalante e viene determinato il giorno del colloquio o della visita domiciliare.

2. Valutazione del bisogno

L’Assistente Sociale verifica con il familiare e con il diretto interessato, le condizioni di vita e di salute di quest’ultimo, al fine di valutare bisogni e strategie relativi al progetto di assistenza: disponibilità all’accoglienza dell’operatore, spazi abitativi, presenza di elementi che possano incidere sulla riuscita del progetto (necessità di ausili, presenza di altre risorse, ecc.).
Si provvede quindi all’analisi complessiva del bisogno del Beneficiario definendo il Piano Individualizzato, il profilo e il valore del Voucher.


3. Scelta dell’Ente da parte del Beneficiari

In seguito alla valutazione e all’analisi complessiva dei bisogni, l’Assistente Sociale presenterà al Beneficiario e/o ai familiari l’elenco degli enti accreditati, all’interno del quale sarà possibile scegliere il fornitore dei servizi richiesti.

4. Stesura progetto individualizzato 

L’Ente accreditato scelto dall’utente, predispone, in accordo con il cittadino interessato e/o i familiari di riferimento, il Progetto Assistenziale Individualizzato (P.A.I.) che tiene
conto dei fattori sociali, assistenziali, relazionali e sanitari, garantendo la massima coerenza rispetto alle necessità globali di “assistenza” individuate in precedenza.
Nell’ambito di tale progetto devono essere esplicitati:
• i bisogni dell’utente;
• gli obiettivi da perseguire;
• la tipologia e la frequenza degli interventi che devono essere garantiti;
• le azioni attivabili dal processo di aiuto, con l’individuazione dei soggetti potenziali da coinvolgere (familiari, vicini, amici, assistenti privati, volontari, ecc.) e le modalità di partecipazione di tali soggetti;
• le strategie e gli indicatori di risultato atteso;
• i tempi e le modalità di verifica.

CONTATTI

INFO POINT ZONA CENTRO

Fondazione Casa di Industria ONLUS

Lunedì - Martedì - Giovedì - Venerdì 
Dalle 09.00 alle 13.00

Mercoledì
Dalle 09.00 alle 14.00

Tel. 030 3772713 | Mob. 345 9987126
lacuradomiciliare@fondazionecasaindustria.it

 

INFO POINT ZONA OVEST

Presso Parrocchia della Natività della Beata Vergine (oratorio Paolo IV)

Via del Risorgimento, 36 Urago Mella (BS) 

Lunedì - Mercoledì - Venerdì 
Dalle 09.00 alle 13.00

Presso Fondazione Casa di Industria ONLUS

Martedì - Giovedì
dalle 09.00 alle 13.00    

Mob. 3456347124
lacuradomiciliare@fondazionecasaindustria.it

 


DOWNLOAD DOCUMENTI E MODULI

Carta dei servizi zona Centro
Carta dei servizi zona Ovest

Questionario di Soddisfazione per Utenti e famigliari
Scheda di segnalazione/reclamo
Tariffario prestazioni aggiuntive