SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA


DISTRETTO 1 - Brescia, Collebeato



  • La Residenza Sanitaria Assistenziale (RSA) nella rete dei servizi.


  • Le R.S.A., essendo presidi compresi nella rete dei servizi previsti per la popolazione anziana in attuazione della specifica legge regionale, possono rendere disponibile agli utenti segnalati dall’U.C.A.M. del Distretto di competenza anche un Servizio di Assistenza Domiciliare Integrata (A.D.I.) che garantisca, a domicilio, prestazioni di natura socio-sanitaria integrata (infermieristica, fisioterapica ed eventualmente specialistica). Detto servizio sarà erogato, secondo le indicazioni operative dell’U.C.A.M., tramite:

    • prestazioni socio sanitarie domiciliari relative a tutti i profili Voucher/Credit (compreso i voucher flessibili con durata inferiore o superiore ad al mese;
    • prestazioni sanitarie domiciliari infermieristiche estemporanee.


    L’obiettivo è evitare, o ritardare, l’istituzionalizzazione della persona non autosufficiente consentendole di ottenere, rimanendo nella sua abitazione, un supporto alla sua fragilità, scegliendo liberamente le modalità e gli erogatori dell’assistenza di cui ha bisogno. La R.S.A. "Fondazione Casa Industria" Onlus partecipa a questa rete di servizi e concorre alla sua realizzazione, nel Distretto di appartenenza, sia per i servizi infermieristici sia per quelli di fisioterapia. La Fondazione "Casa di Industria" Onlus è stata autorizzata ed accreditata a svolgere servizi sanitari domiciliari nell’ambito territoriale del Distretto 1.

  • L’ammissione al servizio e attivazione dell’A.D.I.


  • Le domande per le prestazioni di assistenza domiciliare integrata (A.D.I.) vengono normalmente presentate, attraverso il M.M.G., all’U.C.A.M. del Distretto. La "Fondazione Casa Industria" Onlus accetta di assistere tutti gli utenti che lo hanno scelto come Soggetto Erogatore. L’ammissione al servizio, con la conseguente determinazione del voucher/credit, è disposta dall’U.C.A.M. del Distretto, i cui componenti provvedono alla valutazione della situazione complessiva della persona, dei suoi bisogni socio-sanitari, dei suoi livelli di autonomia, della possibilità di adottare gli interventi più appropriati ed elencheranno all’utente i soggetti in grado di offrirgli l’assistenza dovuta. L’attivazione del servizio, avrà luogo:


    • con la "presa in carico" dell’utente entro i termini stabiliti dal patto di accreditamento sottoscritto dall’Ente Pattante e dalla A.S.L. di Brescia: tempo massimo di attivazione 48 ore dalla richiesta di presa in carico da parte dell’utente. Per le prestazioni differibili è possibile una programmazione concordata con l’utente.
    • con la stesura del PAI partecipando, con il medico di medicina generale e l’utente stesso (o in caso di incapacità famigliari/tutore/curatore/amministrazione di sostegno) alla definizione del piano assistenziale che attua secondo le modalità concordate con i Servizi Distrettuali dell’A.S.L., favorendo lo stabilirsi di una relazione d’aiuto tra utente e erogatore.


  • L’organizzazione del servizio


  • La responsabilità del servizio è del Rappresentante Legale della "Fondazione Casa Industria" Onlus che si avvale della sua Direzione Generale nella sede legale in Via V.Gambara, 6 a Brescia. La stessa Direzione ottimizzerà tutta l’organizzazione e tutti gli aspetti amministrativi legati al rapporto con l’A.S.L. Alla Direzione Sanitaria della "Fondazione Casa Industria" Onlus compete la responsabilità delle figure professionali preposte e la definizione dell’organizzazione operativa. Il servizio viene reso attraverso un gruppo di lavoro composto da tre infermieri professionali e da quattro terapisti della riabilitazione, con l’apporto di consulenti specialisti. La Fondazione garantisce che il personale preposto al servizio è in possesso dei requisiti di qualificazione professionale richiesti dalla legge; garantisce altresì che è applicato il D.Lgs. n°81/2008 e che l’Ente ha stipulato idonee polizze assicurative sia relative alla R.C.T. che all’R.C.O.

    Modalità di realizzazione del servizio :


    • La fascia oraria di erogazione delle prestazioni programmate è di 6 ore giornaliere (di norma dalle ore 08,30 alle 12,30 e dalle ore 14,00 alle ore 16,00) comprese tra le ore 08,00 e le ore 20,00 di tutti i giorni della settimana, chiamando al numero telefonico che corrisponde al cellulare dell’Infermiere Professionale nel ruolo di responsabile operativo, che agirà da referente per la "Fondazione Casa Industria" Onlus; in alternativa è sempre disponibile il recapito telefonico della Fondazione chiamando il numero del centralino: 030.3772713 o inviando un fax al 030/3770177.
    • La continuità assistenziale per i casi infermieristici in carico è assicurata, anche dalla pronta disponibilità telefonica dalle ore 8 alle ore 20 di tutti i giorni della settimana, chiamando al numero telefonico che sarà consegnato direttamente all’utente. La chiamata potrà consentire immediato consiglio telefonico o, se del caso, l’intervento al domicilio da parte dell’infermiere. Gli interventi garantiti agli utenti dell’A.D.I. se preventivamente compresi nel Voucher/Credit stesso, sono:
    • di aiuto infermieristico - eseguito da infermieri professionali o da personale O.S.S. se esplicitamente richiesto;
    • Infermieristico - eseguito da infermieri professionali;
    • di riabilitazione - eseguito da terapisti della riabilitazione;
    • di consulenza specialistica - eseguito da medici specialisti;
    • tutto il personale in servizio per l’Assistenza Domiciliare Integrata è dotato di cartellino di riconoscimento riportante nome, cognome, figura professionale dell’operatore ed inoltre la scritta "A.D.I. Fondazione Casa Industria Onlus". Per mantenere un alto livello della qualità delle prestazioni professionali:
    • il personale attivo, per i dovuti aggiornamenti, dovrà periodicamente partecipare a corsi di formazione specifici, eventualmente promossi dalla R.S.A. stessa, e/o piani formativi proposti dall’A.S.L.
    • prima di operare sul territorio il personale potrà essere sottoposto, nel caso ne ricorra l’esigenza, ad un adeguato periodo di tirocinio nel servizio di assistenza della R.S.A.
  • L’attivazione del servizio


  • La richiesta di attivazione del servizio, solitamente effettuata attraverso il Medico di Medicina Generale sarà preventivamente soggetta a valutazione da parte dell’U.C.A.M. che definirà l’entità del Voucher/Credit. Dopo che l’U.C.A.M. avrà comunicato alla "Fondazione Casa Industria" Onlus, tramite il suo referente, i dati (nome, residenza, obbiettivi di cura, ecc.) dell’utente, lo stesso verrà contattato direttamente dall’operatore che erogherà il servizio, per concordare tra le parti orari e modalità dell’intervento domiciliare.

    La presa in carico dell’utente: negli orari concordati l’operatore professionale interessato si recherà al domicilio del paziente. Durante il primo incontro:


    • prenderà visione della necessaria documentazione sanitaria disponibile e, contando sulla collaborazione dell’interessato e dei familiari, acquisirà le notizie che possono aiutare ad erogare una opportuna assistenza personalizzata; se possibile inizierà la dovuta assistenza.
    • stenderà il piano di assistenza individuale - P.A.I.- condividendo gli obiettivi segnalati dall’U.C.A.M., dal M.M.G. e dall’utente stesso.


    L’erogazione dell’assistenza:


    • verranno garantiti gli interventi necessari al raggiungimento degli obbiettivi segnalati dall’U.C.A.M.
    • verranno applicate linee guida e modalità operative condivise con l’A.S.L.
    • verrà mantenuta una adeguata e continua relazione con il medico curante, che è il responsabile degli aspetti clinici dell’assistenza domiciliare.
    • al termine di ogni accesso l’operatore dovrà redigere e sottoscrivere un apposito "diario domiciliare" e una scheda "accessi e materiali".
    • l’operatore non potrà, per alcuna ragione, erogare contemporaneamente a quelli prescritti altre prestazioni domiciliari a qualsiasi titolo.


    La verifica delle prestazioni :


    • l’U.C.A.M.. potrà sempre verificare la puntuale realizzazione del P.A.I. e, complessivamente, la qualità delle prestazioni effettuate; il Responsabile Sanitario della R.S.A. potrà verificare lo stato del servizio recandosi al domicilio dell’utente;
    • all’utente, o al suo familiare, verrà richiesto:
      • la sottoscrizione di "avvenuto accesso" al termine di ogni intervento;
      • la compilazione di un questionario di valutazione della soddisfazione del servizio, alla conclusione del ciclo prescritto dall’U.C.A.M.


  • Come ottenere le informazioni:


  • Per avere informazioni circa la rete dei servizi e le modalità di accesso agli stessi, il cittadino potrà rivolgersi al Medico di Medicina Generale, all’U.C.A.M.. e alla Fondazione stessa. Per segnalare qualsiasi problema l’interessato o i suoi familiari possono rivolgersi direttamente allàoperatore domiciliare, alla Direzione della Fondazione e all’U.C.A.M., in qualsiasi momento del percorso di cura.

  • U.R.P. e Gestione dei reclami.


  • All’interno della struttura è presente un Ufficio Relazioni con il Pubblico (U.R.P.) i cui orari sono: dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00. Eventuali osservazioni o lamentele possono comunque essere sempre presentate al Direttore Generale della "Fondazione Casa Industria" Onlus, che funge da interfaccia con il pubblico. Il Direttore si impegna a rispondere per iscritto, se richiesto, nel tempo massimo di una settimana.

  • La filosofia del servizio.


  • Questa "Carta dei servizi" attinente alle modalit’ operative del servizio cure domiciliari contiene i principi sui quali si basa la filosofia della "Fondazione Casa Industria" Onlus che, nell’erogazione di tutti servizi, persegue i seguenti obiettivi:

    • rispetto dei diritti dell’anziano, del disabile e delle persone in condizioni di fragilità.
    • corretto utilizzo delle risorse economiche, umane e materiali.
    • efficacia ed efficienza nell’erogazione dei servizi.
    • razionalizzazione delle spese.


    In tal senso recepisce il contenuto della Carta dei diritti della persona anziana, elaborata dalla Regione Lombardia in occasione dell’Anno Internazionale della persona anziana (1999), dalla cui analisi sono stati individuati i fattori di qualità che costituiscono le basi per un efficace controllo di gestione. In particolare la Fondazione è impegnata in un processo continuo di miglioramento della qualità del proprio intervento, estendendo i servizi che già eroga nella struttura di Brescia (RSA "Fondazione Casa Industria" Onlus) a tutte le persone-cittadini-clienti-utenti-portatori di bisogni ed esigenze in relazione al proprio stato psichico, fisico e sociale. Intendono pertanto offrire, tenendo conto delle esigenze rappresentate, interventi infermieristici, di aiuto infermieristico, riabilitativi e di medici specialistici, integrati fra loro secondo programmi individuali di assistenza socio sanitaria rivolti a:

    • pazienti con patologie croniche e con gravi difficoltà di spostamento e necessità riabilitative
    • pazienti con immobilizzazione prolungata a letto
    • pazienti in stadio terminale di malattia
    • pazienti con postumi di patologie invalidanti (ictus, fratture ecc.)
    • pazienti variamente e comunque fragili


    I principi base del servizio domiciliare alla persona devono essere:



    • rispetto della persona, nella sua dignità, nella sua riservatezza e nelle sue esigenze individuali;
    • l’attenzione alla comunicazione;
    • la personalizzazione dell’assistenza;
    • il lavoro di gruppo, che per tutti gli operatori si concretizza nella condivisione del progetto assistenziale e nella sua realizzazione;
    • lo sviluppo della professionalità di tutte le figure professionali, attraverso specifici momenti di aggiornamento, di socializzazione quotidiana delle esperienze e delle informazioni, l’approfondimento nelle riunioni dell’equipe delle principali problematiche assistenziali;
    • il coinvolgimento dei familiari e, ove possibile, del volontariato.


  • La tutela della privacy.


  • Tutti gli operatori del servizio di Assistenza Domiciliare Integrata sono tenuti alla massima riservatezza e rispetto della privacy. Le informazioni riguardanti gli utenti possono essere fornite solo all’interessato ed ai più stretti familiari. All’attivazione del servizio verrà richiesto all’interessato o, in sua vece, ai suoi familiari, il consenso al trattamento dei dati personali per le sole esigenze di funzionamento del servizio e per i rapporti con ASL e Regione (D.LGS 196/03).

  • Riferimenti organizzativi generali per il servizio A.D.I.


  • Sede di riferimento organizzativo generale Residenza Sanitaria Assistenziale
    "Fondazione Casa Industria" Onlus
    Via V.Gambara, 6 - Brescia
    tel. 030.3772713 - fax 030.3770177

    Segreteria Telefonica dedicata al servizio ADI: 030/3772742 Cell. CARE MANAGER Sig.ra Marella G.: 348/6945346

    e-mail servizioadi@fondazionecasaindustria.it

    Orari apertura uffici amministrativi R.S.A. da lunedì a venerdì ore 08:00 - 16:00


    Responsabile Sanitario Dott.ssa Nervi Isabella
    Referente operativo (interfaccia con U.C.A.M.) Giusy Marella

    DOWNLOAD DOCUMENTI E MODULI

    Informative

    Clicca qui e scarica il documento per "Segnalazioni di disfunzioni - reclami" in formato pdf

    Scarica il documento per "Questionario di gradimento del servizio A.D.I." in formato pdf

    Scarica la "Carta dei sevizi A.D.I".

    Scarica la "Carta dei diritti dell'anziano".